Vinificazione in bianco e in rosso: l’uso delle giare durante la fermentazione

05/10/2015     / / / / / / / / / / / / / / / /

Artenova - Terracotta Ceramica ToscanaVigneti spettacolari, uve splendide, maturazioni molto buone. E partenze di fermentazioni altrettanto promettenti, soprattutto in anfora dove la buona ossigenazione e l’isolamento termico garantiscono condizioni ottimali di maturazione.

Paesaggio con vigne Maremma 2In questi giorni di vendemmia oramai entrata nel vivo, abbiamo voluto approfondire proprio l’uso delle giare in fermentazione con il nostro consulente tecnico, l’enologo Francesco Bartoletti.

leonardo e francesco 2 (3)

Bartoletti distingue fra vinificazione in rosso e vinificazione in bianco, soffermandosi per quest’ultima sulla vinificazione in bianco con macerazione delle bucce.

Vinificazione in bianco

Fermentazione del mosto ottenuto dalla pressatura delle uve bianche all’interno della giara, controllando la temperatura di fermentazione attraverso il condizionamento del locale oppure utilizzando delle serpentine collegate a un gruppo frigo. Ci sono anche sistemi più artigianali come l’utilizzo di bottiglie di acqua congelata da immergere nella giara.

Vinificazione in bianco con macerazione delle bucce

All’interno della giara oltre al mosto vengono inserite anche le bucce per favorire una macerazione estrattiva delle sostanze in esse contenute. Questo tipo di fermentazione può avvenire attraverso una regolare bagnatura delle bucce o tramite processi di follatura ( affondamento delle bucce nel liquido). Alcune tecniche di fermentazione prevedono la chiusura delle anfore e la macerazione delle bucce per lunghi periodi senza interventi particolari durante il processo.

Vinificazione in rosso

All’interno della giara troviamo il mosto con le bucce e i vinaccioli che provengono direttamente dalla Diraspa-pigiatura, o in alcuni casi anche dalla sola pigiatura delle uve e quindi con la presenza del raspo. Durante il periodo di fermentazione le bucce vengono regolarmente bagnate attraverso il rimontaggio che consiste nel prelevare il liquido dal basso e distribuirlo sulle bucce in modo uniforme o tramite semplici follature manuali.

Focus sulle differenze terminologiche

 

Fermentazione in anfora:

si intende lo svolgimento della fermentazione alcolica all’interno della giara in terracotta. Questa procedura può prevedere anche la macerazione con le bucce sia nella vinificazione in rosso che in bianco. La possibilità di accedere alla giara dal coperchio superiore consente viste le dimensioni di lavorare anche con le parti solide senza difficoltà.

Affinamento in anfora:

riguarda la fase successiva alla fermentazione alcolica durante la quale il vino inizia il suo percorso di maturazione. Per la maggior parte dei vini rossi e per alcuni vini bianchi durante l’affinamento avviene la fermentazione malolattica e successivamente prosegue il periodo di maturazione beneficiando delle caratteristiche specifiche della terracotta. Per i vini rossi l’affinamento nella giara permette di ottenere una buona ossigenazione indispensabile nei processi di condensazione e polimerizzazione dei tannini, inoltre l’isolamento termico garantisce condizioni ottimali di maturazione evitando sbalzi di temperatura che possono essere dannosi per il vino.

Invecchiamento:

il termine si usa in genere per il periodo che il vino passa in bottiglia

 

 

  /  

Seguici su  Google+ | Twitter | Facebook /  English Version

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Artenova. maggiori informazioni

INFORMATIVA ESTESA SUI COOKIE

COSA SONO I COOKIES

I cookie sono piccoli file di testo che i siti inviano al terminale dell’utente (computer, tablet, smartphone, etc.) e vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente. I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, invio di messaggi pubblicitari mirati agli interessi manifestati dall'utente nel corso della navigazione, etc.. Visitando un sito, l’utente può ricevere e memorizzare sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. "terze parti"). Di seguito troverai tutte le indicazioni dei cookie installati da questo sito e le indicazioni necessarie per gestire le tue preferenze.

COOKIE UTILIZZATI DA QUESTO SITO

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online. I cookies utilizzati in questo sito rientrano nelle categ orie descritte di seguito.

1 - Cookie tecnici

I cookie tecnici non richiedono consenso perciò vengono installati automaticamente a seguito dell’accesso al sito. Questo sito utilizza i cookie per monitorare se il visitatore ha aperto questo sito Web in precedenza o se è la prima volta (alcuni widget sono impostati per essere visualizzati solo quando la pagina viene aperta per la prima volta come notifiche popup automatiche) e non contengono dati personali in esso.

Google Maps

Google Maps utilizza un cookie di preferenze ("NID") nei browser. Questi cookie permettono ai siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Questo accade soltanto nel caso in cui l'utente abbia un account google e che sia già loggato nel momento. Il cookie NID viene cancellato al termine della sessione e non è un cookie di profilazione.

GESTIRE LE PREFERENZE SUI COOKIE ANCHE ATTRAVERSO IL BROWSER

Se si utilizza Internet Explorer In Internet Explorer, fare clic su "Strumenti" e selezionare "Opzioni Internet". Nella scheda Privacy, spostare il cursore in alto per bloccare tutti i cookie o in basso per consentire tutti i cookie, e quindi fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Firefox

Scegliere il menù "Strumenti" del browser e poi il menu "Opzioni". Fare clic sulla scheda "Privacy". Nell’elenco a discesa “Regole di conservazione” selezionare il livello desiderato. Spuntare la casella “Accettare i cookie” per attivare i cookie, o togliere la spunta per disattivarli. Scegliere anche per quanto tempo i cookie possono essere conservati.

Se si utilizza il browser Safari

Cliccare nel Menù Safari, selezionare il menu "Modifica" e selezionare "Preferences". Cliccare su "Privacy". Posizionare l'impostazione "cookies Block" e fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Google Chrome

Cliccare sul menu Chrome nella barra degli strumenti del browser. Selezionare "Impostazioni". Scorrere in fondo alla pagina e cliccare “Avanzate". Nella sezione "Privacy e sicurezza", cliccare su "Impostazioni contenuti". Nella sezione "Cookies", selezionare "Impedisci a tutti i siti di salvare i dati" e quindi fare clic su OK.

Se usi un qualsiasi altro browser o non conosci il tipo e versione di browser che stai utilizzando, clicca “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie.

Chiudi