Arte&Gusto: l'”Etrusca” e la dea “Cel” protagoniste dello spazio riservato a “Birra del Borgo”. Una installazione di Giovannini per la birra etrusca

16/11/2014     / / / / /

L'"Etrusca" riposa in grandi anfore realizzate da Artenova nel birrificio laziale  di "Birra del Borgo" a Borgorose

L'”Etrusca” riposa in grandi anfore realizzate da Artenova nel birrificio laziale di “Birra del Borgo” a Borgorose.

L’antica dea etrusca della terra, Cel, e la specialità della “Birra del Borgo”, l’ “Etrusca”, saranno le protagoniste femminili dell’installazione ambientale “Cel” firmata dall’artista Valerio Giovannini e realizzata nello spazio riservato all’azienda laziale “Birra del Borgo”. La Convention Internazionale di sabato 22 e domenica 23 sarà anche questo: capacità di trasmettere emozioni non solo gustative, emozioni come quelle che ispirano l’opera d’arte contemporanea per il progetto di archeobirra etrusca. A “La Terracotta e il Vino” l’azienda “Birra del Borgo” che utilizza giare realizzate da Artenova (otto quelle attualmente installate nel birrificio laziale di Borgorose dove riposa l’etrusca), presenta due nuove birre: una versione di Barley Wine, una birra che ha fatto affinamento in anfora per 24 mesi e la “Duchessa”.

 

Giara da Birra“Vorremmo portare una versione della nostra “Duchessa” che è realizzata col farro della zona e da qualche mese in anfora – spiega Luca Sabatella che si occupa della comunicazione dell’azienda –   mentre per l’ ”Etrusca”, vorremmo presentare un paio di annate, quella del 2013 e di quest’anno”.  La birra etrusca della “Birra del Borgo” è composta da ingredienti che ricreano un antico fermentato etrusco che era un composto base fatto con malto d’orzo a cui venivano aggiunti anche nocciole, melograno, miele e mirra. Il tutto su ricetta di Leonardo Di Vincenzo che oltre ad essere il titolare dell’azienda, è anche il creatore delle ricette.

Il rendering di Cel, l'installazione ambientale dell'artista Valerio Giovannini che impreziosirà lo spazio riservato all'azienda "Birra del Borgo"

Il rendering di Cel, l’installazione ambientale dell’artista Valerio Giovannini che impreziosirà lo spazio riservato all’azienda “Birra del Borgo”

Gli ingredienti dell’ ”Etrusca” saranno gli stessi che nello spazio riservato al banco di assaggio dell’azienda, utilizzerà Giovannini per realizzare l’installazione: cereali, nocciole, melograno, miele insieme a materiali tradizionali dell’epoca etrusca che caratterizzavano le produzioni della Toscana e materiali industriali ancora presenti all’interno dell’antica fornace Agresti. Elementi diversi e a prima vista inconciliabili per una dimensione che molto ha a che fare con la dottrina rinascimentale del microcosmo/macrocosmo e del pensiero cosmologico dell’antica Cina. “Mi sono lasciato inspirare dallo spirito del luogo, da quell’elemento metafisico che riguarda storie che sono passate da quella fornace, dalle sue tracce materiali e immateriali” racconta Giovannini, artista cresciuto a Impruneta che disegna e dipinge da sempre e che dal 2008 ha intrapreso un percorso di approfondimento artistico e estetico sulla civiltà degli Etruschi. Dopo Castellina in Chianti, Cortona, un’azienda privata che ha ospitato una mostra sul cotto e anche Berlino, “Cel” approda ora a Impruneta per la sua quinta “uscita” pubblica che ricorda Giovannini “richiama il numero 5 che nell’arte e nell’organizzazione dello spazio dei Cinesi corrisponde al qui e ora, al punto centrale”.

 

  /  

Seguici su  Google+ | Twitter | Facebook /  English Version